scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
12/06/2021

A caccia di bandi per piccole imprese

Il Venerdi di Repubblica - Federico Formica

CONSUMI LAVORO RISPARMIO INNOVAZIONE ECONOMIE
UNA PIATTAFORMA SETACCIA GLI ANNUNCI PER OTTENERE FONDI E LI SEGNALA A CHI HA I REQUISITI PER OTTENERLI. TRADUCENDOLI DAL BUROCRATESE. AD USO E CONSUMO DEI SUOI ABBONATI
C' È UN ROBOT che ogni giorno, di buon mattino, setaccia il web alla ricerca di opportunità per piccole e medie imprese e no profit. Bandi per ottenere contributi a fondo perduto, finanzia menti a tasso zero, o per sostenere investimenti che consentono di crescere. Le imprese italiane cercano di rialzarsi dopo un anno e mezzo da incubo. E i ristori non bastano. Ma le opportunità ci sono: enti pubblici, Regioni, came re di commercio, ministero dello Sviluppo economico, Invitalia e non solo pubblicano di continuo bandi per finanziare piccoli imprenditori. I problemi sono due: il primo è saperlo, il secondo è arrivare in tempo. Ed è proprio questo che fa la piattaforma Agevolando, nata durante il lockdown 2020 e già a quota mille utenti (che pagano un abbonamento di circa 300 euro), supportati in un anno. Tra questi, ad esempio, diversi ristoratori, una farmacia con più sedi nel Trevigiano che ha ottenuto oltre 17 mila euro a fondo perduto, un e-commerce di prodotti salutistici che ne ha avuti 7.500 e ha coperto quasi tutto il costo di una nuova assunzione, quasi 100 mila li ha ottenuti una società emiliana che svilup pa siti, app e software. «I bandi vengono sempre pubblicati, certo, ma bisogna andare a cercarli qua e là» spiegano Francesca Bontempi, Luca Ronchi e Matteo Carella, fon datori della piattaforma. «Il tempismo è tutto: i fondi più appetibili si esauriscono nel giro di pochissimi minuti e l'azienda deve arrivarci pre parata, sapendo di avere tutti i requisiti per poterli ottenere». La piattaforma usa l'intelligenza artificiale per scandagliare oltre 300 fonti ogni mattina e mandare degli alert quando trova qualcosa di adatto per le aziende potenzialmente interessate. Poi arriva l'intervento dell'uomo: i bandi vengono "tradotti" dal burocratese e riassunti in poche righe. In pochissimi minuti di lettura le aziende abbonate ad Agevolando sono in grado di capire se hanno le carte in regola per partecipare. Riassumere un bando in un italiano potabile è cruciale: «A volte le aziende, leggendo un bando scritto in modo criptico, non si rendono conto di avere i requisiti giusti e rinunciano a fondi che invece avrebbero potuto ottenere». Lombardia, Lazio, Piemonte ma anche le aree colpite dal si sma 2016 sono i territori dove si possono trovare più opportunità. GETTY IMAGES

3,2

miliardi

di euro i contributi ad aziende dati in Italia ogni anno. In alto, una foto simbolica e il logo di Agevolando