scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
08/07/2021

A breve riapre la piscina con il nuovo gestore «Puntiamo a sabato»

Gazzetta di Mantova - b.r.Barbara Rodella

roncoferraro
roncoferraro«L'apertura della piscina? È una questione di giorni». A parlare è il sindaco Sergio Rossi che fa il punto sulla situazione della piscina che con il cambio della gestione non è stata ancora aperta. Una situazione che scontenta chi sperava di sfruttare le vasche all'aperto in queste calde giornate per praticare un po' di sport o semplicemente per trovare refrigerio. «Il bando è stato aggiudicato a Leaena, la società che ha in gestione anche la struttura di San Benedetto Po - spiega il primo cittadino -. Leaena si occuperà della piscina e anche del bar che, a differenza della piscina, può essere sfruttato tutto l'anno. Abbiamo consegnato le chiavi una settimana fa. Ora stanno svolgendo lavori di sistemazione e di pulizia». Il Comune da una parte sollecita per una repentina apertura, ma «anche il gestore ha interesse ad aprire - spiega Rossi -. Ha interesse a partire il prima possibile. Stanno cercando di sistemare velocemente. Se si paga un canone ci si mette poi in pista, è anche una questione economica». La situazione viene confermata anche dal presidente di Leaena, Graziano Turolo. La riattivazione dell'energia elettrica è stata più lunga del previsto, spiega, e la corrente è arrivata solo ieri. «Per alcuni lavori la corrente è indispensabile - commenta -. Ora dobbiamo occuparci della pulizia delle vasche e dobbiamo accendere gli impianti. Sono fermi da un anno, speriamo funzioni tutto. Noi stiamo correndo, ci piacerebbe aprire sabato. Ma è ancora presto per dare una data sicura». Per il ritardo dell'apertura, il sindaco ammette comunque alcuni errori. I problemi maggiori ci sono stati per la preparazione del bando. «Siamo andati lunghi, mi spiace». Inizialmente l'amministrazione poteva scegliere se riconfermare la gestione precedente con Butterfly o prendere la strada di un nuovo bando. «Questo dubbio di partenza ha allungato i tempi di un paio di settimane - commenta Rossi -. Alla fine abbiamo tenuto conto delle lamentele legate alla precedente gestione. Abbiamo riflettuto e abbiamo deciso di indire un bando». Presa la decisione, però, altre lungaggini burocratiche per la predisposizione dei documenti. «Durante il periodo del bando non siamo comunque rimasti con le mani in mano - sottolinea il sindaco -. Ci siamo mossi per eseguire lavori non ordinari. Abbiamo ripiastrellato e sistemato il fondo di una vasca». --Barbara Rodella © RIPRODUZIONE RISERVATA