scarica l'app
MENU
Chiudi
07/08/2018

�? polemica sul porta a porta «Senza norme, niente sanzioni»

Unione Sarda - Marcello Zasso

Igiene urbana L'opposizione all'attacco: il regolamento non è ancora pronto
«Non abbiamo ancora il regolamento del porta a porta e senza di quello non ci possono essere neanche le sanzioni», attaccano dall'opposizione. Il bando di igiene urbana è partito un anno fa, ma il regolamento del Comune non è ancora pronto. «C'era qualche punto da rivedere, in collaborazione con la Polizia municipale, e abbiamo rimandato l'esame definitivo a settembre», spiega la presidente della commissione Politiche per il decoro urbano Monia Matta. Questa iniziale è una prima fase di assestamento col porta a porta, ci sono errori e punti deboli da parte dell'amministrazione e ci sono comportamenti sbagliati da parte dei cagliaritani. Servirà ancora qualche mese perché tutto entri a regime o, almeno, la situazione migliori. Ma ancora non c'è un regolamento approvato dal Consiglio comunale che fissi tutti i paletti. L'ATTACCO DI ONNIS «Nonostante il bando sia partito da un anno, a maggio in commissione il comandante dei vigili urbani si era lamentato perché era la prima volta che vedeva questo regolamento e non gli andava bene», spiega Raffaele Onnis dei Riformatori. «Ora capisco perché il sindaco disse: Nel primo periodo non sanzioneremo - continua - è ovvio, purtroppo: non c'è il regolamento e non si possono fare le sanzioni». L'esponente dei Riformatori contesta i tempi seguiti da Giunta e maggioranza su porta a porta e pulizia delle strade. «Il regolamento e tutto il resto andavano fatti prima dell'entrata in vigore del servizio, ma non è avvenuto - attacca - hanno anche mandato mail a tutti i consiglieri per chiedere suggerimenti, ma hanno ribaltato la tabella di marcia: si sarebbero dovuti muovere prima che partisse il servizio». MANNINO SI LAMENTA Questo ribaltamento non piace neanche a Pierluigi Mannino. «Questa maggioranza parte dal tetto e poi arriva alle fondamenta, navigando a vista ci si accorge solo a posteriori dei problemi - commenta l'esponente dei #cagliari16 - prima si fa il regolamento, poi si parte col bando. Ora abbiamo un mix tra il vecchio regolamento adattato a questa nuova realtà: non sarebbe dovuta essere questa la strada da seguire. Infatti ora il regolamento è ancora all'esame della commissione che si occupa dell'Igiene urbana». LA DIFESA DI MATTA «Le regole fissate dal bando sono regolarmente in vigore, non è vero che senza il regolamento c'è l'anarchia - replica Monia Matta, presidente della commissione Igiene del suolo - ci sono ancora aspetti da chiarire, per questo abbiamo deciso di prendere altro tempo ma l'esame del regolamento sarà il primissimo impegno della commissione all'inizio di settembre» Marcello Zasso